Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Accordo di cooperazione

 

Accordo di cooperazione

Il quadro di riferimento per i rapporti culturali e scientifici tra Italia e Svezia è rappresentato dall’Accordo di collaborazione culturale, scientifica e tecnologica, firmato nel 2001 a Roma e ratificato da entrambe le parti (dall’Italia il 20 febbraio 2006). Nel 2010 è stato concordato con il Ministero della Ricerca svedese il protocollo attuativo per la parte scientifica di tale accordo e sono stati approvati i
primi 5 progetti bilaterali triennali, finanziati dai due Ministeri dell’Istruzione e Ricerca, tutti in settori strategici come lo sviluppo
sostenibile, l’ambiente, i beni colturali e gli acceleratori di particelle. Visto il successo dei progetti e la soddisfazione nel governo svedese, nel maggio 2014 è stato sottoscritto un nuovo protocollo attuativo che ha finanziato 5 nuovi progetti in 4 aree concordate: nanoscienze, neuroscienze, beni culturali e Ageing society.

Sono stati promossi contatti fra aziende ed enti dei due paesi, in particolare nel campo della ricerca spaziale.

La collaborazione inter-universitaria, realizzata mediante accordi di collaborazione diretta stipulati tra Università italiane e svedesi, risulta particolarmente proficua. Attualmente risultano dalla banca dati MAE-MIUR-CRUI (purtroppo non estremamente aggiornata) 200 accordi di collaborazione, principalmente relativi alla mobilità di docenti e studenti ed a corsi comuni di dottorato. Fra questi si segnalano gli accordi stipulati tra il Politecnico di Milano e la Kungliga Tekniska Högskolan (il Politecnico di Stoccolma) che comprendono, oltre allo scambio di docenti e studenti, l’organizzazione di seminari ed il conseguimento di una doppia laurea
in Ingegneria valida in entrambi gli ordinamenti. Un analogo accordo è stato costituito recentemente dal Politecnico di Torino. Degni di nota sono anche gli stretti rapporti di collaborazione in campo sanitario, tra centri medici di eccellenza italiani e svedesi. Fra questi, nel gennaio 2011 è stato firmato un accordo di cooperazione fra l’Istituto Tumori di Milano, fondato dal Prof. Veronesi, ed il Centro Tumori del Karolinska Institute nell’ambito del progetto Europeo “EurocanPlatform”.


78