Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Interscambio con l'Italia

 

Interscambio con l'Italia

Interscambio commerciale con l'Italia

La Svezia, nonostante sia un’economia relativamente piccola, gode di una larga apertura al mercato che, considerando la predisposizione verso il commercio con l’estero, è stata alla base della formazione del benessere economico che la caratterizza. Negli ultimi decenni, la realizzazione di una struttura istituzionale efficiente, unita ad un sistema bancario adeguato e ad un alto consumo interno hanno contribuito a generare un clima imprenditoriale favorevole. Nel 2019 il valore dei beni e servizi esportati dalla Svezia corrisponde al 46% del PIL nazionale.

Stando ai dati dell'interscambio commerciale Italia-Svezia del 2018, il valore complessivo delle esportazioni verso il Paese scandinavo è stato pari a 4.888.456.000 euro, registrando un aumento del 6,9% rispetto al 2017. Il valore complessivo delle importazioni in Italia è stato pari a 4.210.822.000 euro, registrando anch'esso un aumento del 11,6% rispetto al 2017. Il saldo commerciale è stato quindi positivo e pari a 677.635 euro, con una variazione del saldo normalizzato del 7,4%.

Per quanto riguarda le esportazioni dall’Italia alla Svezia, rimane determinante il settore di Macchinari e apparecchiature nca(1.016.072.000 euro, valore sostanzialmente invariato rispetto al 2017), seguito da Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (518.150.000 euro, +14,8%), Prodotti alimentari (407.516.000 euro, +3,5%) e Prodotti della metallurgia (330.437.000 euro, +12,2%). Tra i settori minori, di rilievo le variazioni percentuali relative a Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (234.985.00 euro, +51,2%), Altri mezzi di trasporto (143.000.000 euro, +69,7%) e in negativo quelle di Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature (194.522.000 euro, -9,9%).

Le importazioni dalla Svezia al nostro Paese continuano invece ad essere trainate dai settori di Carta e prodotti di carta (781.290.000 euro, +12,6%), Prodotti della metallurgia (769.115.000 euro, +18,2%) e Macchinari e apparecchiature nca (638.325.000 euro, +14,9%), seguiti al quarto posto da Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (410.702.000 euro, -9,7%). Tra i settori minori, spiccano per variazione percentuale rispetto al 2017 le importazioni di Mobili (75.480.000 euro, +186,5%) e Altri mezzi di trasporto (116.421.000 euro, +181,7%).

Questi dati collocano la Svezia al 12esimo posto nella classifica dei partner commerciali dell’Italia tra i paesi dell’Unione Europea,
ed al 19esimo posto a livello mondiale.

Consultando la sezione dedicata al Paese Svezia presso infoMercatiEsteri, sito realizzato dalla Farnesina – con i contributi dell’Agenzia ICE, ENIT e Camere di Commercio italiane all'estero, è possibile accedere a dati ed analisi aggiornate sull’economia svedese e sui rapporti commerciali con l’Italia. Inoltre, è possibile consultare un elenco delle maggiori imprese italiane presenti nel Paese. Per qualsiasi richiesta di natura commerciale, è infine possibile accedere al portale dedicato Nexus o contattare direttamente gli uffici dell’Ambasciata.


107