Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Spostamenti fra Italia e Svezia

Data:

17/09/2020


Spostamenti fra Italia e Svezia

PER CHI ARRIVA IN SVEZIA DALL'ITALIA: consultare il sito VIAGGIARE SICURI 

Si segnala che NON SUSSISTONO LIMITAZIONI ALL’INGRESSO IN SVEZIA PER TUTTI I CITTADINI DI PAESI UE E SCHENGEN, o con permessi di soggiorno in corso di validità emessi da tali Paesi.

A partire dal 16 giugno la Germania ha abolito tutti i controlli e le restrizioni all’ingresso per i viaggiatori provenienti dai Paesi UE e Schengen (+ la Gran Bretagna). Non è quindi più necessario, per chi arriva da tali Paesi, avere un motivo “stringente” per entrare in Germania, né si verrà sottoposti a particolari controlli (è quindi possibile entrare anche per turismo, o per qualsiasi altro motivo, come era fino a febbraio).

Per approfondimenti, visitare la pagina dedicata del sito dell’Ambasciata d’Italia a Berlino: https://ambberlino.esteri.it/ambasciata_berlino/it/in_linea_con_utente/covid-19/emergenza-coronavirus-difficolta.html

 PER CHI SI RECA IN ITALIA

A seguito delle più recenti modifiche normative si raccomanda di prendere attenta visione della pagina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale relativa ai “Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia”.

Dal 1 luglio si ampliano ulteriormente le possibilità di spostamenti da e per l'estero. Queste sono le principali novità:

- continuano ad essere consentiti liberamente gli spostamenti da e per Stati membri dell'Unione Europea (oltre all'Italia, sono stati membri della UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria), Stati parte dell'accordo di Schengen (gli Stati non UE parte dell'accordo di Schengen sono: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera), Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Città del Vaticano. Chi entra da questi Paesi non dovrà più giustificare le ragioni del viaggio e non è sottoposto all'obbligo di isolamento fiduciario per 14 giorni all'ingresso in Italia; 

- dal 1 luglio sono consentiti liberamente anche gli spostamenti da e per l'Italia dei residenti nei seguenti paesi: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay. In questi casi non è più necessario giustificare le ragioni del viaggio; 

- da e per i Paesi diversi da quelli elencati sopra, i viaggi potranno essere effettuati - oltre che per lavoro, salute, assoluta necessità, rientro al domicilio, residenza o abitazione - anche per motivi di studio;

- i cittadini UE, gli stranieri residenti in un Paese UE e i loro familiari (coniugi, uniti civilmente, partner convivente di fatto, figli a carico di età inferiore a 21 anni, ascendenti a carico) possono liberamente entrare nel territorio italiano, senza necessità di giustificare le ragioni del viaggio;

- è vietato l'ingresso in Italia dai seguenti Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del nord, Moldavia, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia (escluso funzionari e agenti dell'Unione Europea, di organizzazioni internazionali, personale di missioni diplomatiche e consolati e personale militare nell'esercizio delle loro funzioni; solo per Bosnia Erzegovina, Serbia, Kosovo, Macedonia del nord e Montenegro sono esclusi anche membri di equipaggio e personale viaggiante dei mezzi di trasporto terrestre, esclusivamente per motivi di lavoro, solo per transito - massimo 36 ore - o breve permanenza in Italia - massimo 120 ore);

Per gli ingressi in Italia da Paesi diversi da Paesi dell'Unione Europea, Paesi parte dell'accordo di Schengen, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino o Stato della Città del Vaticano, resta l'obbligo di isolamento fiduciario, fatte salve alcune eccezioni (consultare la pagina FAQ del MAECI).

 

Il Governo svedese autorizza i propri cittadini a viaggiare senza limitazioni verso l’Italia e altri Paesi UE dal 30 giugno. Per i restanti Paesi EEA/UE, il consiglio di non viaggiare resta valido e viene esteso fino al 23 settembre 2020. Resta in vigore fino al 31 ottobre 2020 il divieto di ingresso in Europa attraverso la Svezia.
https://www.government.se/press-releases/2020/08/extension-of-temporary-entry-ban-to-sweden-until-31-october-2020/ 

ADEMPIMENTI PER CHI RIENTRA IN ITALIA

Alcuni vettori aerei richiedono la compilazione dell’autodichiarazione (di cui alla pagina FAQ del MAECI), per il rientro dall’estero ad esclusiva finalità di monitoraggio dei flussi di viaggiatori in ingresso nel territorio nazionale.
Si segnala che alcune Regioni hanno introdotto specifiche normative finalizzate al monitoraggio dei flussi di viaggiatori in ingresso nei rispettivi territori. Si invitano quindi i viaggiatori a prendere attenta visione dei siti istituzionali delle Regioni di interesse prima di intraprendere il viaggio.

COLLEGAMENTI AEREI DALLA SVEZIA

La situazione relativamente ai collegamenti aerei con l’Italia sta lentamente tornado alla normalità. Chi volesse partire può utilizzare alcune rotte aeree, partendo dall’aeroporto di Stoccolma Arlanda, Skavsta e di Göteborg. 

La compagnia aerea SAS ha ripristinato i voli diretti sull'aeroporto di Milano Linate il lunedì, il venerdì e la domenica, con partenza dall'aeroporto di Stoccolma Arlanda.

La compagnia aerea Ryanair ha ripristinato i voli diretti sull'aeroporto di Milano Bergamo il giovedì e la domenica, con partenza dall'aeroporto di Stoccolma Skavsta. 

Esistono anche altri collegamenti verso le principali città italiane, con scalo nei principali aeroporti europei (Francoforte, Parigi, Zurigo e Amsterdam). 

 

Collegamenti Ferroviari verso l'Italia
Per ulteriori informazioni sui viaggi internazionali visitare il sito di Trenitalia

Collegamenti via nave Svezia - Germania
Le quattro navi sulla rotta Trelleborg-Rostock e Göteborg-Kiel operano attualmente nel normale orario.

Collegamenti all'interno della Svezia
L’evolversi della situazione COVID-19 si ripercuote anche sui trasporti pubblici. Di seguito riportate le decisioni delle principali compagnie:

SJ:
La compagnia SJ offre la possibilità di cambiare il biglietto anche a coloro che hanno acquistato un viaggio “non modificabile” fino al 31 dicembre 2020.
Viaggi da e per la Danimarca: i treni da e per Copenaghen sono cancellati fino al 18 ottobre 2020.
Viaggi da e per la Norvegia: i collegamenti da e per Kongsvinger, Narvik e Oslo sono sospesi fino al 18 ottobre 2020. 

https://www.sj.se/en/about/about-sj/latest-info-coronavirus.html 

 

In caso di dubbi su quanto sopra indicato, scrivere all’indirizzo info.stockholm@esteri.it 


543